Sguardi amici

mercoledì 28 novembre 2012

La gioia dell'insicurezza


C'è una sicurezza che deve essere scoperta. 
La sicurezza che deriva dal riconoscere e accettare con serenità 
e libertà la propria insicurezza e quella di tutte le cose. 
Poi bisogna umilmente e fraternamente 
appoggiare questa nostra insicurezza alla insicurezza di tutti 
e permettere sorridendo che gli altri facciano altrettanto con noi. 
Di qui forse non ne verrà una forza ma la gioia dei poveri 
che non hanno nulla e che fraternamente 
si dividono il pezzo di pane, questo sì. 
Ed è soltanto così che nasce l'Amore. 
Sembra strano ma l'Amore nasce e fiorisce soltanto nella insicurezza, 
in questa misteriosa povertà del cuore umano 
serenamente accettata e dolcemente offerta. 
Per questo forse Dio ci ha creati nel tempo che passa 
cioè nella condizione in cui tutto oggi è e domani non è, 
perché l'Amore ha bisogno di libertà. 
E forse liberi sono soltanto i poveri.

don Sirio Politi
(testo pubblicato su www.lottacomeamore.it)

3 commenti:

Mari da solcare ha detto...

Considerazioni davvero belle. Fondate nella realtà dell'esistenza: precaria, ma illuminata dall'amore.
Grazie.

gabriele ha detto...

Per me la gioia dell'insicurezza sta solo nel "sapersi affidare".
Grazie, meravigliosa foto e meravigliose parole.

MARTY ha detto...

Luigi, une jolie image pour illustrer ton texte ! ah la liberté !! qui sait vraiment ce que cela signifie...
j'ai dû faire un nouveau blog, l'ancien était saturé !
joyeux weekend luigi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...